Eccomi con la seconda puntata del gatto con la borsa. In questo articolo ti racconto come sono andate le cose quando ho comunicato con Oliver, il suo compagno canino.

Ti anticipo che non mi era mai capitato, di incappare in un carattere così forte e deciso. Dalle risposte, capirai la mia affermazione e magari ti farà anche un po’ sorridere.

Prendo come spunto, questa comunicazione, perché credo sia un buon modo per far comprendere meglio agli altri, quanto sia forte ed effettiva la singolarità di ogni animale. Questo dovrebbe portarci a riflettere, su quanti aspetti del loro carattere vengono spesso ignorati e di quanto, a volte i loro comportamenti, siamo l’unico modo per farci capire come si sentono.

Ma partiamo subito con il resoconto del contatto:

1ª comunicazione con Oliver:

D: Ti va di parlare con me?

R: No!

D: Perché?

R: Perché non mi va

D: Ti ricordi di me? Abbiamo fatto insieme ad Elena la rally obedience

R: Sì, mi ricordo di te

D: Sei ancora dell’idea di non parlarmi?

R: Un po’ meno

D: C’è qualcosa in particolare che ti piace fare?

R: Sì, stare tranquillo

D: Voglio aiutarti, possiamo andare avanti?

R:Sì, ma perché vuoi aiutarmi?

D: Per la situazione con Gaston

R: Non credo tu possa aiutarmi

D: Posso comunicare anche con lui, vuoi che gli dica qualcosa?

R: Allora digli di non starmi addosso

D: Lo farò, ma tu puoi dirmi cosa pensi di lui?

R: Non mi piace, è troppo invadente

D: Non riusciresti ad accettarlo?

R: Forse, se fosse meno invadente, trovategli qualcosa da fare, non sono il suo gioco

D: Proverò a trovare una soluzione

R: Ok grazie, sono felice di stare fuori di casa, solo perché non c’è lui.

Prima di qualunque considerazione, devo essere sincero. Quando ho parlato con Elena, la proprietaria di Oliver e Gaston, mi aveva detto che Oliver sarebbe stato un osso duro!

Non che non abbia voluto crederle, ma come vedete e credetemi anche dal punto di vista del processo stesso di comunicazione sottile, non è stato per nulla facile.

Al termine della comunicazione, ho mandato il resoconto ad Elena, la quale era estremamente rattristata per aver appreso quale fosse lo stato d’animo del suo cane in merito alla situazione.

Dopo questo contatto con il Carlino più tosto che abbia mai conosciuto, la proprietaria mi ha mandato dei video delle interazioni tra lui e Gaston. Le avevo volutamente chiesto, di non inviarmeli prima di aver comunicato con entrambi gli animali, non volevo essere minimamente condizionato da ciò che avrei visto.

Quando ho preso visione dei piccoli filmati che mi sono stati inviati, ho trovato una corrispondenza molto forte, tra ciò che Oliver mi ha comunicato e ciò che mostra dal punto di vista comportamentale.

Visto lo stato d’animo di Elena, in preda al pentimento per aver portato a casa Gaston, mi sono sentito di dirle che siamo davanti ad una situazione dove non c’è una chiusura totale. Spero pertanto di riuscire a lavorare su entrambi per far avere loro una convivenza più armonica.

In questo periodo, con le stesse modalità, sto seguendo una situazione di convivenza non facilissima, tra quattro femmine di bulldog. Nei prossimi articoli, ti racconterò di questa esperienza ai confini della misticità e continuerò a tenerti aggiornato sugli sviluppi del rapporto tra Oliver e Gaston (Il gatto con la borsa).

2 thoughts on “Oliver il Pug risoluto

  1. Buongiorno Moreno, bellissimo ed interessantissimo il percorso che segui sui bau e miao…comprendo e direi conosco la comunicazione sottile, diciamo so di che parli, potrei chiederti se hai necessità di un contatto fisico con l’animale? E…sembrero’ prosaica, infatti spiritualità e materialità…non vanno mai a braccetto…però si vive in questo mondo….a quanto potrebbe ammontare il tuo disturbo per metterti in contatto con 2 bau che condividono la vita al mio fianco? Grazie, loro forse ti sarà facile contattarli in quanto conoscono entrambi Reiki è Terapie Essene, conoscono stimoli e piaceri degli oli essenziali…
    Aspetto una tua risposta, mi faresti un grande piacere, è una situazione un po’intricata…essendo io la loro mamy…sono troppo coinvolta in prima persona!Grazie e complimenti x ciò che fai
    Isa Caviglioli

    Rispondi

    1. Buongiorno Isa, Preferirei parlarne a voce. Puoi contattarmi al 347 81 88 784. A presto. Moreno

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *